M'È SCAPPATA LA MOGLIE

Quarche vorta mi garba f lindovinelli e anco vesta rima era partita con quellintento l, per n fondo m viensuto fora r tegame e la rima era dobbligo; cos mi son scoprito.



La moglie stamattina se n ita;
cor mi migliore amo, se n andata.
Ha gro r culo, e via tutta impottita.
Un me laveva a f questa stronzata.

Se proprio vle av quarche avventura,
o a casa sua torn, quella befana,
in fondo he voi he sii, na sciapitura;
ma armn che vadi sola la brendana.

Cor m migliore amo n tradimento.
Mi d n dolore una pena immane;
da staman che soffro e mi tormento,

ma un ne la passo liscia a quer tegame:
io la denuncio per e rapimento:
se un mi riporta indrio, di orsa, ir cane.


i' riso bollito

ir cicicì

istruzione letteraria

la sauna

le mano a guasto

m'è scappata la moglie

sull'istesso piano